I miei pompini che fanno impazzire gli uomini

banner 899 erotico

Foto amatoriale di una ragazza che ciuccia un cazzoHo 34 anni, un fisico snello e le curve al posto gusto. Non sono una figa da paura, ma non si può nemmeno dire che sia un roito. So Mi è sempre piaciuto il sesso e nella mia vita finora le piccole trasgressioni non sono mai mancate (ho anche un piccolo diario con i miei racconti erotici!): ad esempio, la cosa che più mi fa impazzire sono i pompini. Se potessi ne farei di continuo. Ma non pensiate che sia una mercenaria. Niente di più sbagliato.

Non faccio sesso per soldi e non mi vendo al primo che capita. Semplicemente, quando ne ho l’occasione. Mi piace prendere in bocca il cazzo dell’uomo che sto frequentando per farlo impazzire. Ma soprattutto per far impazzire me stessa in primo luogo.

Dicono che fare i pompini sia un’arte: secondo me ci si deve divertire

Quello che in tante mie coetanee non capiscono è che si concentrano troppo sulla tecnica. Si fa così, si fa colà, lecca le palle, solletica la cappella. Per me sono tutte stronzate. Io quando ho una cazzo gonfio di fronte a me non penso assolutamente a nulla.

Penso a stare bene e in secondo piano penso all’uomo che voglio far godere. Capite che c’è una mentalità diversa? Io mi metto li, in ginocchio – oh sì, in ginocchio di sicuro è la posizione che preferisco per spompinare un uomo – mi metto li in ginocchio e inizio a succhiare come la regina delle troiette.

Mi diverso a farlo entrare tutto nella bocca e a roteare gli occhi per fissare il mio partner sessuale. Mi piace sbattere gli occhi come una cerbiatta e giocare con la lingua facendo dei piccoli tintinnii dolcissimi e forti allo stesso tempo.

Lecco, succhio, quasi me lo metto fino in gola per quanto mi fa impazzire sentirlo dentro di me. Ad alcuni miei amici piace un sacco quando mi masturbo mentre glielo succhio. Mi tocco le tette, le strizzo, mi pizzico i capezzoli con la punta delle dita.

Insomma: ci metto passione. Ci metto entusiasmo e ci metto tutta me stessa. Nessun preconcetto e nessuna limitazione se non quello che la mia fantasia mi sussurra di volta in volta.

‘Come fare i pompini?’ Secondo me non c’è scuola migliore della pratica

Sono tante le amiche che mi chiedono quale sia il modo gusto, io allora gli racconto cosa provo quando faccio i pompini e al massimo le dico che se vogliono possono partecipare pure loro. Fare i pompini in due è molto divertente. Perché si ampliano le possibilità, si ampliano i modi per masturbarsi e per eccitarsi.

E si può leccare il cazzo assieme oppure la mia amica può leccarmi la figa ad esempio mentre io mi diletto nell’arte amatoria. Capisci? Non ci sono manuali da leggere. Bisogna fare d’istinto, e quando tra le gambe ti senti sciogliere in un bagno di umori allora vuol dire che lo stai facendo nel modo migliore.

Te lo dice il tuo corpo non te lo dice lui. Non stare ad aspettare che in bamboccio ti dica “ma quanto sei brava”. Tu sei sempre brava. Se lo fai con gusto e con il desiderio che pulsa. Allora il successo è assicurato. Godi baby, te lo dico col cuore.