Il bull della situazione ed il cuckold compiacente

banner 899 erotico

Il bull della situazione ed il cuckold compiacenteUna sera di primavera, Lara, una bella milf di 38 anni e suo marito Gianluca si presentarono alla mia porta, come da precedenti accordi.

Gianluca mi aveva inizialmente contattato spiegandomi che inizialmente aveva pensato di diventare un cuckold  per timore dopo aver sentito alcuni racconti porno di sua moglie in cui gli confessava che le sue amiche 40 enni tradiscono i mariti con cazzi grossi senza che i loro mariti sappiano niente ma, e che poi dopo essersi documentato aveva trovato questo nuovo stile di vita intrigante ed arrapante.

Mi ringraziarono per averli accolti in casa mia e ci accomodammo in salotto mentre lui mi racconta quanto lo abbia eccitato vedere sua moglie prepararsi in modo sexy e provocante per andare dal un altro uomo seguendo i suoi consigli sull’abbigliamento e sul trucco.

Iniziai da subito a corteggiarla, di tanto in tanto le sfioravo le ginocchia con garbo e sensualità. Dalla camicetta intravedevo già i suoi capezzoli turgidi e duri.

Suo marito l’aveva fatta vestire e truccare come una troia e lei era veramente bellissima. Indossava una minigonna nera di pelle, degli autoreggenti neri con la banda in pizzo che si intravedeva, un top rosso molto scollato e stivali con tacco 12. Il cuckold era un simpaticone e già vedevo dai suoi pantaloni che era eccitatissimo.

Dopo una breve chiacchierata iniziarono le prime vere e proprie carezze. Avvicinai le mie labbra alle sue ed iniziarono anche i primi baci appassionati. Aprii tutta la zip della sua gonna e con la mano destra raggiunsi il suo minuscolo perizoma mentre con l’altra mano le testavo avidamente le sue bellissime tettone infuocate ed abbondanti.

Lanciai un occhiata al cuckold che si era sistemano sulla poltrona adiacente e che si stava già sfregando il cazzo da sopra i pantaloni. Benchè si trattasse per entrambi della prima esperienza devo dire che erano molto sciolti. A lei sicuramente la situazione piaceva, potevo già capirlo dal suo respiro e dal perizoma già bagnato che avevo appena toccato.

Con la mano sinistra le sganciai il ferretto del reggiseno mentre con la destra le sfilai il perizoma. Quando ero quasi pronto a denudarmi completamente e penetrarla lei disse

“Vuoi davvero che scopi con lui e ti faccia cornuto?

E lui rispose eccitatissimo “SIIIIIIIII !!!!!!!”

A quel punto ero veramente certo che il marito non vedeva l’ora di diventare cornuto quindi mi misi sopra di lei ed iniziai a penetrare la sua grande fica con vigore. La moglie iniziò a godere come una troia, penso che in quegli istanti sia stata veramente grata al marito di aver scelto me come bull per la loro prima esperienza.

Nel frattempo il marito, sempre seduto nella poltrona vicino la finestra, aveva tirato fuori il suo cazzo dai pantaloni e se lo stava agitando freneticamente con la mano destra mentre continuava a guardare me che scopavo sua moglie come una troia senza pudore da pochi euro.

Tra le mia mani Lara era diventata una vera troia in calore, si dimenava dal piacere sotto di me mentre io la penetravo con forza davanti al marito compiaciuto che fece malapena in tempo a dire “certo che ho sposato una troia e non lo avevo mai capito”

prima che il suo cazzo gli esplodesse letteralmente in mano e che la sua sborra schizzò ovunque sul pavimento della mia camera.

Nello stesso istante anche Lara raggiunge il culmine dell’eccitazione e raggiunse l’orgasmo con un urlo strozzato e gutturale che non mi era mai capitato di sentire prima. Certo che il marito non l’aveva mai scopata così prima d’ora.

Diedi a Lara ancora alcuni colpi forti di reni prima di raggiungere anche io l’orgasmo e riempire la sua figa di sborra calda. Mi accasciai su di lei dolcemente senza tirare subito fuori il mio cazzo ed il marito si sedette accanto sussurrandole parole dolci all’orecchio mentre le accarezzava il viso. Restammo in questa sorta di dormiveglia fino a quando il mio telefono non squillò, ci rivestimmo e ci salutammo con l’augurio di rivederli per un secondo incontro.