La mia prima volta in culo e in bocca

banner 899 erotico

Il mio primo pompino

Eroragazza che fa un pompino ad un ragazzo poco più che una ragazzotta di paese quando mi si presentò l’occasione di fare il mio primo pompino.

Da un lato la mia mancanza di raffinatezza poteva aiutarmi a fare impazzire quell’adolescente perennemente ingrifato, perchè a quell’età più glielo prendi in mano e in bocca con rozzezza e più li fai felici i ragazzini. La mia mancanza di esperienza, veniva anch’essa compensata dal fatto che a lui bastasse veramente poco per farselo venire duro e gli bastava ancora meno per venire.

Quando lui mi venne a prendere a casa quella sera ero emozion

atissima e sentivo già le mutandine bagnate, nonostante le avessi cambiate da poco, perché avevo già deciso che quella sera avrei fatto un regalo al mio fidanzatino….si quella sera gli avrei fatto un pompino.

Lui non se l’aspettava e quando gli abbassai i pantaloni ci mise un secondo a farselo diventare duro come il marmo e si aspettava la solita sega che in pochissimi minuti si esauriva in un laghetto di sborra che non si sapeva neppure se contenesse già il seme della vita o solamente l’olio di ragazzo, come lo chiamavano allora.

Quando vide che abbassavo la testa fino al suo inguine e appena sentì il calore del mio alito sulla sua cappella e poi l’umido delle mie labbra e della lingua che cominciò a roteare intorno al suo cazzo, fece un grido di piacere che rimase senza fiato in gola, mentre nella mia gola c’era ben altro ed in pochi secondi venne. Mi inondò la bocca con il suo latte ed allora io subito lo baciai. Gli avevo fatto una bella sorpresa!!!

La prima volta che sono stata inculata

ragazza che si fa inculareIl culo è una cosa che non si da a tutti!!! Proprio no!!! Devi trovare l’uomo giusto…..o meglio devi trovare il cazzo giusto.

Non è giusto che una donna sprechi quel buco in mezzo alle sue splendide chiappe, splendide perché tutti i culi femminili sono bellissimi, per un pisello che non ne sia all’altezza.

Personalmente ho aspettato molti anni per trovare il cazzo azzurro dei sogni del mio culo!!!

Quando lo trovai fu come una favola: lui che già si muoveva molto bene nella fica, mi chiese con estrema delicatezza di poter provare ad infilarmelo anche dietro ed io che non vedevo l’ora che lo facesse, gli chiesi di sfondarmi il buco che con tanta cura avevo mantenuto vergine per lui.

Quando lo sentii che appoggiava la sua cappella sulle mie chiappe, capii subito che la penetrazione sarebbe stata divina. Il suo calore entrò con tutta la forza che poteva dentro il mio retto e quasi non ci fu bisogno del lubrificante perché mi ero eccitata talmente tanto che il liquido che usciva dalla mia fica aveva bagnato anche l’altro buco.

In un attimo scoprii quell’intensa sensazione che solo un cazzone esperto può dare ad una donna e fu memorabile.