Sfogo di una centralinista hot

banner 899 erotico

Sfogo di una centralinista eroticaCiao a tutti, sono Elisa, questo è il nome d’arte per i miei clienti, ho 30 anni, un diploma di ragioneria e due figli. Ho sempre fatto la mamma e la casalinga ma da Gennaio sono anche una centralinista per call center hot per adulti.

Se credete infatti che i telefoni hot infatti erano in voga solo negli anni ’90 vi sbagliate di brutto, d’altronde come me, inizialmente. Con la crisi infatti gli italiani hanno ridotto molto i consumi ma, non di certo quelli per il piacere sessuale.

È iniziato tutto quando alla fine del 2015 la ditta per la quale lavora mia marito ha iniziato a ritardare gli stipendi. A quel punto ho iniziato a cercare anche io lavoro, per dare una mano al menage familiare. Cercavo un lavoretto part-time o magari da fare in casa, così da avere comunque del tempo da dedicare ai nostri figli ma, le uniche proposte che ricevevo erano come venditrice porta a porta.

Un giorno lessi un annuncio su internet per la ricerca di operatrici erotiche e decisi di provare a candidarmi, dopo averne parlato con mio marito ed alcuni giorni dopo il primo colloquio fui subito assunta.

Molte delle mie amiche sono curiose del mio lavoro e mi  chiedono continuamente chi chiama un call center erotico oggi giorno… beh al 90% direi senza dubbio che sono uomini. Mi chiamano per lo più sempre gli stessi, anche più volte al giorno. Alcuni credo addirittura che si siano innamorati di me.

Sono infatti accomunati tutti dal fatto che si sentono soli, sia che siano single che divorziati o addirittura sposati e chiamano la mia linea erotica quando la moglie è al lavoro. Riesco a distinguere quelli che si sentono soli perché non chiamano solo per fare sesso al telefono ma a volte mi raccontano della loro vita e dei loro problemi anche se ovviamente si tratta solo di una minoranza.

Adoro il mio lavoro perché ogni chiamata è diversa dall’altra, non puoi mai sapere cosa ti chiederà il prossimo cliente o cosa vorrà. Il mio è un lavoro di fantasia ed immaginazione, devo essere sempre pronta ad improvvisare per avere sempre il gioco in mano e far durare la chiamata il più a lungo possibile.

Delle volte mi improvviso una vaccona matura single, una troietta ninfomane di appena 18 anni, o una timida quarantenne in cerca di cazzo oppure ancora una segretaria vogliosa ed arrapata…. Insomma posso essere tutto quello che un uomo si aspetta di trovare dall’altra parte della cornetta.

Mentre ascolto loro che godono dall’altra parte del telefono capita anche a me di eccitarmi e talvolta mi masturbo mentre faccio sesso con loro fino a raggiungere io stessa l’orgasmo e questa senza dubbio è la parte più bella ed intrigante del mio lavoro.

 

.