Sorpresa piccante per il mio compagno!

matura inculataMi chiamo Simona, sono una donna matura di 45 anni. Abito in un appartamento al centro di Bologna, da sola. Nonostante la mia età sono ancora nubile ma, attualmente sono fidanzata con Andrea, un uomo splendido che mi rende felicissima e che mi ama alla follia, tanto che mi presenta agli altri come sua moglie!

Tra noi, c’è molto feeling, specialmente a letto tanto che non fa che ripetermi che sono la sua mogliettina in calore arrapata e perversa. Una volta, addirittura, l’ho sentito dire ad un suo caro amico “ho una moglie troia e formosa che mi fa godere come un porco quando scopiamo” e non nascondo che questo non può che avermi lusingata tantissimo.

Nonostante ciò mi sono sempre rifiutata, durante i nostri rapporti di fare sesso anale. È capitato un paio di volte che me lo ha chiesto ma, io non mi sentivo ancora pronta. Gli confessai anche che per imbarazzo non avevo mai avuto il coraggio di provarlo in tutta la mia vita.

Pochi giorni fa abbiamo festeggiato il nostro primo anniversario e come regalo ho deciso di farmi inculare cercando di superare questo mio blocco.

Andai a comprare in un negozio di intimo un babydoll molto corto ed un perizoma semitrasparente nero. Poi andai in un negozio di abbigliamento dove comprai un vestitino aderente che mette in risalto le mie curve più hot ed infine andai in un sexy shop a comprare un gel lubrificante.

Alle 20.30 arrivò ed andai ad aprirgli la porta ma, prima che entrasse mi precipitai ad accendere le candele e spegnere le luci…era tutto perfetto.

Appena entrò rimase di stucco. Gli sfilai la giacca, bendai i suoi occhi e lo accompagnai in camera da letto. Quando accesi lo stereo mi chiese cosa stessi facendo e gli risposi che stavo creando l’atmosfera giusta per la mia sorpresa.

Gli tolsi la benda e mi misi davanti a lui. Lentamente iniziai a spogliarmi, feci cadere a terra prima il vestito nero, poi la sottoveste e rimasi con il perizoma e le scarpe con il tacco alto.

Lui appena mi vide disse “Tesoro sei la quarantenne in calore più bella che abbia mai visto e poi mmmmm sei anche formosa, troia ed arrapata come piace a me… sei, senza dubbio, la donna della mia vita!”.

Gli feci un sorrisone poi, lentamente, iniziai a giocare con le mie dita sotto il perizoma, ma senza sfilarmelo da dosso. Lui era sempre più eccitato, il suo cazzo era già durissimo, si vedeva chiaramente dal rigonfiamento nei pantaloni.

Mi tolsi anche il perizoma e sculettando un po’ tirai fuori dal cassetto del comodino il gel lubrificante ed iniziai a spalmarmelo addosso mentre mi accarezzavo tutta. Mi avvicinai a lui, gli tolsi la maglia e successivamente gli sbottonai i pantaloni e gli sfilai i boxer…era pervaso dai brividi!

Era nudo, di fronte a me e probabilmente aveva già capito quello che avevo in mente tanto che mi disse “aaahh ma allora sei proprio una maialina vogliosa tu”.

Mi girai a pecorina e senza perdere tempo mi infilò il cazzo nella figa vista dal dietro. Iniziò a scoparmi con velocità e forza mentre giocava con il mio clitoride. “”Sei bravissimo” gli dissi “Continua così che vengo!”…detto e fatto. Non riuscii più a trattenermi.

Sfilò il suo cazzo che ovviamente era ancora duro e carico ed iniziò a massaggiarmi il buco del culo. Ci  infilò prima la lingua, poi un dito, due dita, tre dita ed iniziò a spingere per dilatarlo per bene. Infilò piano piano il suo cazzo dentro di me, fino infondo, prima di iniziare a darmi colpi secchi e potenti. Godevo come una troia e senza alcun pudore gli urlavo di continuare.

Lui non aspettava altro e con il mio permesso cominciò a sbattermi con forza. Ci volle poco per farmi raggiungere un altro intenso orgasmo.

Poi mi bendò e si diresse in cucina a prendere qualcosa… non avevo idee di cos’avesse in mente ma lo avrei scoperto presto! Tornato iniziò nuovamente a penetrarmi con le dita, dia nella figa ormai completamente bagnata che nel buco del culo. Fino a quando non sento infilarmi qualcosa nel di dietro… è larga e fa fatica ad entrare. Capii subito che si trattava di un cetriolo e che voleva farmi godere con una doppia penetrazione. Infatti, poco dopo, introdusse anche il cazzo nella mia figa da dietro ed iniziò a scoparmi ad un ritmo impressionante.

Trovai stupendo avere due cose dentro, tanto che raggiunsi un terzo orgasmo poco dopo. Dopo un po, anche lui ormai esausto e con il cazzo gonfio non resistette più ed inondò la mia figa con il suo sperma caldo. Restammo sul letto abbracciati e ci addormentammo fino l’indomani.